Persiane e tapparelle blindate

Chiusura automatizzata di tapparelle blindate

La sicurezza è senz’altro uno dei temi che stanno più a cuore a un capo famiglia, infatti vivere in tranquillità nella propria abitazione è una condizione imprescindibile per una serena quotidianità. E la sicurezza non è un tema importante solo per le abitazioni private ma anche per tutti gli edifici, incluse le strutture pubbliche, ricettive, e altri edifici dedicati ad ospitare il terziario. Ecco perché, in alternativa o complementari ai classici impianti antifurto, ci sono soluzioni che possono limitare o precludere le intrusioni di malintenzionati, come le persiane e le tapparelle blindate.

Questi sistemi vengono utilizzati specialmente per i piani bassi degli edifici, per i balconi, per le portefinestre facilmente accessibili o per zone scarsamente illuminate, ed entrambe le soluzioni possono godere di detrazioni fiscali.

Le tapparelle blindate

Le tapparelle blindate pur essendo costruite in acciaio si presentano esteticamente del tutto simili a quelle tradizionali in legno o plastica (PVC). Contrariamente a quest’ultime, in quanto barriere fisiche, sono difficilmente violabili, resistono alle intemperie e non necessitano di manutenzione.

Per garantire la sicurezza e impedire la violazione di malintenzionati oltre ad essere antisfondamento hanno un sistema di bloccaggio automatico che garantisce l’antisollevamento e l’antiestrazione.

Le altre dotazioni di sicurezza sono:

  • cerniere resistenti al taglio;
  • cilindri maggiorati con perno in acciaio;
  • catenacci che si inseriscono nelle pareti;
  • sistema antistrappo;
  • controllo della continuità delle saldature per aumentarne la rigidità.

Come le tapparelle tradizionali possono essere comandate sia manualmente che motorizzandole. Se motorizzate hanno il grande vantaggio di poter essere integrate alla domotica per il controllo in remoto, annullando il fastidio di dover per forza operare tapparella per tapparella. In tal caso il sistema di bloccaggio si aziona in modo automatico alla chiusura della tapparella.

La finitura esterna delle tapparelle non sacrifica il design. La tapparella viene verniciata a forno con polveri epossidiche, questo permette un’ottima resistenza del colore e una buona gamma di personalizzazione estetica con i colori RAL.

In caso di sostituzione delle tapparelle esistenti è bene valutare due aspetti:

  • misura: la misura della tapparella non sarà la misura della luce netta della finestra, occorrerà misurare la tapparella smontata da sostituire o contattare il produttore scelto per sapere di quanti centimetri aumentare in larghezza la luce;
  • diametro di arrotolamento: la tapparella in acciaio ha un maggior spessore di quella tradizionale, ne consegue che il diametro, una volta completamente arrotolata, sarà maggiore di quello di una tapparella normale. Assicurarsi in tal senso che lo spazio nel cassonetto esistente sia sufficiente.

Le persiane blindate

Le persiane blindate non sono semplici persiane rinforzate ma sono veri e propri elementi in acciaio costruiti per impedire l’effrazione e nello stesso tempo per mantenere intatta la funzionalità (benché arrivino a pesare anche 50 kg al metro quadrato) e l’aspetto estetico della persiana tradizionale.

Vi è la possibilità di installare anche una grata interna, che anche ad imposte aperte garantisca la sicurezza antieffrazione facendo passare comunque la luce e l’aria.

La sicurezza oltre che dalla robustezza e dall’anta corazzata è garantita da alcuni dettagli costruttivi:

  • sistema antisfilamento delle alette;
  • rostri antistrappo e antisfondamento;
  • tipologie di cerniere con cuscinetto a compressione;
  • catenacci in acciaio.

Come le persiane tradizionali anche le persiane blindate possono essere apribili ad un’anta, a due ante, o a pacchetto, scorrevoli esterne o a incasso. In caso di sostituzione delle ante tradizionali non si rendono necessarie opere murarie che comportino interventi invasivi presso i falsi telai o le spalle e le architravi delle finestre esistenti (tranne se ad incasso).

Come per le tapparelle la superficie esterna è verniciata a forno con polveri epossidiche e declinata in una vasta gamma di colori RAL.

Prezzi

Il prezzo di acquisto delle tapparelle blindate si aggira tra i 45 e i 70 euro a metro quadrato. Nel calcolo va considerato il minimo di fatturazione di 1,50 metri quadrati, al di sotto di questa superficie vengono conteggiati comunque 1,50 metri quadrati a finestra.

A questi costi va aggiunta la posa in opera e l’installazione. Se non ci sono particolari opere da eseguire e se si tratta di una sostituzione, si può quantificare in 100 euro a finestra, se di dimensioni medie.

I prezzi delle persiane blindate sono fra i 220 e i 280 euro a metro quadrato a cui va aggiunta una quota di 50 euro a metro quadrato per la posa in opera.

Detrazione fiscale 50%

La fornitura e la posa di persiane o tapparelle blindate rientrano fra gli “interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi” definiti dalla vigente normativa in ambito di detrazione fiscale del 50%.

La detrazione fiscale è applicabile per gli interventi sugli immobili, fra cui rientrano nel campo dell’anti-effrazione fisica:

  • apposizione o sostituzione di grate alle finestre
  • porte blindate o rinforzate
  • sostituzione o installazione serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
  • rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
  • saracinesche
  • tapparelle metalliche con bloccaggi
  • vetri antisfondamento.

Come noto, si può recuperare il 50% delle spese sostenute per questi interventi dall’IRPEF in dieci rate annuali di pari importo. Per particolari sugli adempimenti vi invitiamo a seguire i suggerimenti della guida predisposta dall’Agenzia delle Entrate.

IVA agevolata 10%

All’interno di lavori definiti dalla normativa edilizia e fiscale di “manutenzione ordinaria e straordinaria”, per l’installazione di sistemi di sicurezza a sola destinazione residenziale (incluso il garage se di pertinenza dell’abitazione) è possibile usufruire dell’IVA agevolata al 10% su una parte della fornitura.

A livello normativo la legge definisce gli infissi “beni significativi” (ai sensi del DM del 29 Dicembre 1999), pertanto l’aliquota al 10% si applica per una parte della prestazione, ovvero solo sulla differenza tra il valore della prestazione complessivo (fornitura e posa) e quello dei beni stessi. Se gli infissi invece sono solo forniti non si applica l’IVA agevolata.

Facciamo un esempio, costo della fornitura e posa degli infissi pari a euro 10.000 di cui:

  • 4.000 euro di posa in opera;
  • 6.000 euro di fornitura di beni significativi (persiane e tapparelle blindate).

Su questi 6.000 euro l’IVA agevolata del 10% si applica solo sul pari valore della manodopera (4.000) mentre per la differenza di euro 2.000 si applica l’IVA ordinaria del 22%.

Per approfondimenti e valutazioni caso per caso vi invitiamo sempre a contattare la ditta fornitrice dei serramenti che vi aiuterà nel calcolo dell’agevolazione e il vostro commercialista di fiducia.

Ti è piaciuto questo articolo?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Sei il primo a votare l'articolo)
Loading...
William Dollace
Autore:
Website: BalenaLab

Copywriter con esperienza decennale nel settore tecnico, architettonico e tecnologico.