Piscina esterna in legno

Una piscina esterna ricoperta in legno

La piscina è il sogno più ambito per chi ha un bel giardino e vuole goderne tutte le potenzialità con il massimo della serenità. Dà la possibilità di rilassarsi da soli o con gli amici, far giocare senza pensieri e in libertà i propri figli, organizzare feste con gli amici e rinfrescarsi nei periodi di grande calura. In questo articolo tratteremo in particolare l’argomento delle piscine esterne in legno, in quali casi sono un vantaggio, come sono fatte.

In quali casi è adatta e quali sono i vantaggi

Le piscine fuori terra rivestite in legno rappresentano una valida soluzione per coloro che non vogliono interventi invasivi nel proprio giardino (scavi, platee, reinterri) con relativi oneri e costi.

I vantaggi sono tre, la velocità di esecuzione, il significativo risparmio sulla realizzazione grazie alla mancanza di tutte le opere edili preparatorie e l’opportunità di avere un elemento di arredo e di design da integrare con i propri spazi esterni a living.

Come sono fatte le piscine esterne

Sono semplici piscine prefabbricate, dotate di ogni comfort, sicure e con un proprio impianto di depurazione. Si adattano a ogni contesto, rendendo una semplice piscina un vero e proprio elemento di arredo, grazie all’eleganza del rivestimento di legno e al calore naturale che esso porta con sé.

Hanno una struttura autoportante che non necessità di particolari interventi (basta avere una superficie piana con un letto di sabbia che ne ammorbidisca il peso) e possono essere posizionate sia sul prato del vostro giardino che su pavimentazioni esistenti, con l’accortezza di verificare la portata delle stesse (non sarebbe adatta una pavimentazione di tipo galleggiante).

Possono essere sia di dimensioni notevoli adatte a tutte le esigenze, sia di ridotte dimensioni, più adatte a chi ha meno spazio e vuole comunque far giocare e divertire i propri figli sotto il sole estivo. In tal caso ne esistono in commercio fornite dei vari elementi scorporati e del kit di montaggio.

Sono di solito inclusi nella piscina, il rivestimento interno a scelta, la filtrazione, la scala esterna e interna, il set di mantenimento. Ogni piscina ha una gamma di accessori acquistabili a parte, ad esempio la copertura della piscina sia estiva che invernale, fari subacquei, docce solari.

I materiali: il vantaggio del legno

Il legno è un materiale che si adatta a ogni contesto, anche il più esclusivo e curato dal punto di vista architettonico. La forma della piscina e la scelta dell’essenza del legno costituiranno due elementi importanti per integrare al meglio ogni aspetto estetico.

Il legno è un materiale ecologico, bio-compatibile, resistente e naturale.

Quello usato per il rivestimento delle piscine gode di particolare attenzione nella fase di scelta, cura e trattamento. Viene selezionato per la sua resistenza statica e resistenza agli attacchi dell’umidità del terreno di appoggio, per questo motivo viene trattato in autoclave. Questo processo permette che il legno sia protetto dagli agenti atmosferici esterni, dai parassiti e dai funghi, e ne mantiene le caratteristiche strutturali nel tempo. Dopo questo trattamento viene classificato e viene emessa la garanzia per il consumatore.

I legni utilizzati sono essenzialmente due: l’abete del nord e il pino nordico.

Quanto costa una piscina esterna in legno

I costi si distinguono per variabili, a parità di caratteristiche la principale delle variabili è quella delle dimensioni interne della piscina. Si parte da piscine low budget e di piccole dimensioni (2×2 m, 3×3 m) che hanno un range di costo fra i 900 e 1.900 euro per raggiungere dimensioni più estese (6×4 m) con costi variabili fra i 4.000 e i 10.000 euro.

Questi costi escludono il montaggio (ma spesso includono un kit approfondito per poterlo operare), includono tutti gli accessori, i rivestimenti in legno esterni e il telo interno e il sistema di filtrazione.

In caso di acquisto valutare sempre gli anni di garanzia che la ditta fornitrice propone per il filtro, il rivestimento esterno, la struttura, il telo interno e se il trasporto è incluso o meno.

Permessi

Per realizzare una piscina fuori terra in legno non sono necessari permessi particolari essendo una struttura priva di opere murarie permanenti e completamente mobile/asportabile.

È bene comunque interpellare un tecnico di fiducia che verifichi che nel vostro Comune non vi siano altri vincoli e che sia possibile l’installazione senza pratiche edilizie.

Ti è piaciuto questo articolo?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Sei il primo a votare l'articolo)
Loading...
William Dollace
Autore:
Website: BalenaLab

Copywriter con esperienza decennale nel settore tecnico, architettonico e tecnologico.