Impianto di aspirazione centralizzato, funzionamento e prezzi

Aspirapolvere collegato ad impianto centralizzato

L’impianto di aspirazione centralizzato è un ottimo impianto che, sia in abitazioni private che in uffici, negozi, hotel e grandi centri, permette di aspirare la polvere dai locali asportandola completamente dalle superfici e non rimettendola in circolo, oltre a garantire una pulizia accurata e igienica con innumerevoli altri vantaggi. Vediamo insieme il funzionamento di questo tipo di impianto, quali sono le caratteristiche nel dettaglio e i prezzi.

Come funziona?

Questo tipo di impianto è composto da una macchina aspirante centralizzata collegata a una serie di prese a parete (dall’aspetto del tutto simile a quelle della corrente) grazie a una rete di tubazioni poste sotto il pavimento.

La centrale di aspirazione può essere incassata nella parete o posta in un vano tecnico, in un ripostiglio, o in qualsiasi locale a scelta. Questo garantirà l’assoluto comfort e silenzio in tutti gli altri locali dove l’impianto viene attivato per l’aspirazione della polvere. Le prese dell’aspirazione vengono invece distribuite secondo un progetto, una per locale per quanto riguarda le abitazioni e le stanze più piccole, più prese per spazi più estesi da servire. A queste prese poi viene di volta in volta collegato un tubo flessibile che viene utilizzato per aspirare la polvere. Le prese sono dotate di un coperchio che si può avere nella stessa forma e colore delle comuni prese per la corrente e allo stesso tempo si possono affiancare ai gruppi presa. In questo modo non risulteranno invasive e non saranno notate.

Il sistema di aspirazione centralizzato una volta attivato grazie all’utilizzo del flessibile aspira totalmente polvere e micropolvere garantendo un ambiente salutare soprattutto per chi soffre di allergie o problemi respiratori. Al tubo flessibile poi vengono applicate le spazzole del tipo desiderato in base alla necessità. Il tubo flessibile utilizzato per aspirare (dai 7 metri fino a circa 10 metri di lunghezza) garantisce così una pulizia accurata in tutti gli spazi, anche negli angoli più angusti, con tutto il comfort di un assoluto silenzio e la comodità di poter utilizzare l’impianto in tutti gli orari.

Altri vantaggi sono quello di non dover trascinare un’aspirapolvere durante l’utilizzo da un locale all’altro riducendo così il tempo impiegato per le pulizie e aumentando la comodità grazie anche al fatto che il tubo flessibile è leggero e maneggevole e adatto non solo ad aspirare pavimenti ma anche angoli delle pareti, serramenti e scale. Rispetto a un’aspirapolvere normale inoltre, la potenza di aspirazione è considerevolmente superiore e quindi maggiormente performante. Nel caso si debbano pulire grandi spazi, quali open space, stanze d’hotel, strutture ospedalieri etc., si possono usare più tubi flessibili in contemporanea senza compromettere la funzionalità del sistema di aspirazione.

L’impianto di aspirazione centralizzato inoltre può essere integrato al sistema della domotica per il controllo in remoto, questo aiuta con un semplice display luminoso a controllare lo stato dell’impianto della macchina aspirante inclusi avvisi di eventuali anomalie.

Quando e dove si installa

La rete di tubazioni (di circa 50 millimetri di diametro) si installa sotto il pavimento, all’interno del massetto dove sono poste tutte le altre tubazioni (impianto elettrico e idraulico ad esempio: occorrerà fare attenzione a eventuali sovrapposizioni) e si può installare durante la costruzione dell’immobile o nella sua ristrutturazione che comporti il rifacimento del massetto. Le tubazioni poi salgono nella parete (sempre sotto traccia, ovvero invisibili) fino alla presa, che solitamente viene posta ad una altezza di 15 centimetri dal pavimento. Nel caso sia previsto un controsoffitto nei locali si possono installare le tubazioni a soffitto, nascoste dal cartongesso, come pure possono essere nascoste a parete nel caso ci siano le tramezze o contropareti in cartongesso. Alla conclusione dell’installazione la ditta esecutrice (che solitamente può esser sia un elettricista che un idraulico) rilascerà il certificato di conformità dell’intero impianto (macchina aspirante, tubazioni e prese) e la dichiarazione di corretta posa.

Manutenzione

Periodicamente va vuotato il sacchetto della macchina aspirante, in alcuni casi il sacchetto si chiude automaticamente prima di aprire il vano apposito, evitando così di far fuoriuscire particelle di polvere. Per eseguire la manutenzione si devono prevedere periodiche pulizie dei filtri in poliestere della macchina aspirante così come descritto nel libretto del produttore. I filtri si possono agevolmente smontare e pulire, una volta lavati possono essere reinstallati senza difficoltà. Ci sono anche alcuni impianti che prevedono un sistema di auto-pulizia automatica dei filtri.

Prezzi

I prezzi di questo impianto si aggirano tra i 1.600 e i 2.000 euro per un’abitazione di cento metri quadrati. Ogni presa può servire circa dai 25 ai 30 metri quadrati, poi l’eventuale sovradimensionamento del numero di prese può far aumentare il prezzo qualora ci siano particolari esigenze.

Ti è piaciuto questo articolo?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Sei il primo a votare l'articolo)
Loading...
William Dollace
Autore:
Website: Caroselling

Copywriter con esperienza decennale nel settore tecnico, architettonico e tecnologico.